L'invocazione di Thoth

Thoth è il dio egizio della scrittura, Magia, saggezza, e la luna.

Era uno degli dei più importanti dell'antico Egitto alternativamente detto di essere auto-creato o nato dal seme di Horus dalla fronte di Set. Come figlio di queste due divinità, che rappresentavano rispettivamente l'ordine e il caos, era anche il dio dell'equilibrio e dell'equilibrio ed era strettamente associato al principio di ma'at (equilibrio divino) e la dea Ma'at che personificava questo principio (e che a volte era vista come sua moglie).(1)

Lo apprezzeremmo, caro utente, che puoi sostenerci contribuendo semplicemente cliccando sugli annunci che ti interessano, è la nostra unica fonte di reddito dal portale.

Il culto di Thoth iniziò nel Basso Egitto molto probabilmente nel periodo predinastico (c. 6000-3150 aC) e continuò per tutto il periodo tolemaico (323-30 aC), l'ultima era dinastica della storia egiziana, segnando la venerazione di Thoth come uno dei più lunghi degli dei egizi o di qualsiasi divinità di qualsiasi civiltà.(1)

Thoth (1939). Biblioteca del Congresso John Adams Building, Washington, DC

In origine Thoth era un dio della luna. La luna non fornisce luce solo di notte, permettendo di misurare il tempo senza il sole, ma le sue fasi e la sua importanza gli diedero un'importanza significativa nella prima astrologia/astronomia. I cicli lunari organizzavano anche gran parte dei rituali e degli eventi della società egiziana, sia civile che religiosa. Di conseguenza, Thoth divenne gradualmente visto come un dio della saggezza, Magia, e la misurazione e regolazione degli eventi e del tempo.(3)

Come voce del dio sole Ra, portava il Wedjat (Occhio di Horus o Ra). L'occhio di Horus è un antico simbolo egizio di protezione, potere reale e buona salute. L'occhio è personificato nella dea Wadjet (scritto anche come Wedjat, o Udjat”, Uadjet, Wedjoyet, Edjo o Uto).

Thoth era variamente raffigurato con indosso una falce di luna sul copricapo, o indossando la corona atef, o qualche volta, la corona dell'Alto e del Basso Egitto.

Aleister Crowley ha chiamato il suo mazzo di tarocchi in stile egiziano "The Book of Thoth"., in riferimento alla teoria che le carte dei Tarocchi fossero il libro egizio di Thoth.

L'invocazione di Thoth

1. ו Lontano, Un proc è profano.

2. Bahlasti! Ompèda!

3. Nel nome del Potente e Terribile, Proclamo di aver bandito le Conchiglie nelle loro abitazioni.

4. Invoco Tahuti, il Signore della Sapienza e della Parola, il Dio che esce dal velo.

5. Oh tu! Maestà di Dio! Tahuti dalla corona di saggezza! Signore delle Porte dell'Universo! Ti, Ti, invoco.
O tu della testa di Ibis! Ti, Ti invoco.
Tu che impugna la Bacchetta del Doppio Potere! Ti, Ti invoco!
Tu che porti nella tua sinistra la Rosa e la Croce di Luce e di Vita: Ti, Ti, invoco.
Tu, la cui testa è come uno smeraldo, e le tue nemme come l'azzurro del cielo notturno! Ti, Ti invoco.
Tu, la cui pelle è di un arancione fiammeggiante come se bruciasse in una fornace! Ti, Ti invoco.

6. Ecco! Io sono ieri, Oggi, e il fratello di domani!
Sono nato ancora e ancora e ancora.
La mia è la forza invisibile, da cui sono nati gli dèi! Che è come Vita per gli Abitanti nelle Torri di Guardia dell'Universo.
Sono l'Auriga dell'Est, Signore del passato e del futuro.
Vedo con la mia luce interiore: Signore della Resurrezione; che esce dal crepuscolo, e la mia nascita è dalla Casa della Morte.

7. O voi due falchi divini sui vostri pinnacoli!
Che vegliano sull'Universo!
Voi che compagnia la Birra alla Casa del Riposo!
Che pilotano la Nave di Ra che avanza verso le vette del cielo!
Signore del Santuario che sta al centro della Terra!

8. Ecco, Lui è in me, ed io in Lui!
Il mio è lo splendore, in cui Ptah fluttua sopra il firmamento!
Viaggio in alto!
Calpesto il firmamento di Nu!
Alzo una fiamma lampeggiante, con il lampo del mio occhio!
Sempre di corsa, nello splendore del quotidiano glorificato Ra: dando la mia vita agli Abitanti della Terra.

9. Se dico “Vieni sui monti!” le Acque Celesti scorreranno alla mia Parola.
Perché io sono Ra incarnato!
Kephra creato nella carne!
Sono l'Eidolon di mio padre Tmu, Signore della Città del Sole!

10. Il Dio che comanda è nella mia bocca!
Il Dio della Sapienza è nel mio Cuore!
La mia lingua è il Santuario della Verità!
E un Dio siede sulle mie labbra.

11. La Mia Parola si compie ogni giorno!
E il desiderio del mio cuore si realizza, come quello di Ptah quando crea!
Sono Eterno; perciò tutte le cose sono come i miei disegni; perciò tutte le cose obbediscono alla mia Parola.

12. Perciò vieni a me dalla tua dimora nel silenzio: Saggezza indicibile! Tutto-luce! Tutto il potere!
Thoth! Ermete! Mercurio! Odino!
Con qualunque nome ti chiamo, Sei ancora senza nome per l'Eternità:. Vieni fuori, dico, e aiutami e custodiscimi in quest'opera dell'art.

13. Tu, Stella d'Oriente, che hai condotto i Magi!
Tu sei lo stesso onnipresente in paradiso e all'inferno!
Tu che vibra tra la Luce e l'Oscurità!
In aumento, discendente! Cambiando mai, eppure sempre lo stesso!
Il Sole è tuo Padre!
Tua Madre è la Luna!
Il vento ti ha portato nel suo seno: e la Terra ha sempre nutrito l'immutabile Divinità della Tua Giovinezza!

14. Vieni fuori, dico, vieni fuori!
E sottomettere a Me tutti gli Spiriti:

FONTE:

http://www.ancient.eu/Thoth/
777 & Altri scritti qabalistici di Aleister Crowley
https://en.wikipedia.org/wiki/Thoth

POTREBBE PIACERTI:

Statua Thoth 12″

Mazzo di tarocchi Thoth (piccolo Viola) Di Crowley/harris

L'olio egiziano glory di Anna Riva 16 Oncia